NEWS

Come vendere su Ebay? Guida semplice e completa

vendere su ebay

Vendere su Ebay può essere complicato: infatti è la piattaforma di e-commerce più grande al mondo, con oltre 400 milioni di utenti registrati.

La sua fama è legata all’ampia offerta di prodotti, dal vintage all’abbigliamento, dai gioielli alle auto nuove e usate.

Si tratta di un mercato molto competitivo, quindi se vuoi vendere su eBay devi fare attenzione a come organizzare le tue inserzioni e scegliere i prodotti che riescono meglio sul mercato.

Prima di tutto, se non hai ancora un account eBay, apri un conto gratuito.

Basta inserire un indirizzo email valido, un nome utente e una password.

Dopodiché potrai avviare la registrazione e ricevere un’email da eBay con le istruzioni per completare la procedura.

Come vendere su eBay? Prima di tutto scegli il tipo di account:

– Account privato (private seller) – per chi vende qualcosa che ha in casa o che vuole mettere in vendita nella propria città;

– Account professionale (seller central) – per chi vende molte cose o vuole essere presente in diversi stati;

– Account corporate – per le aziende che hanno bisogno di una vetrina online per i propri prodotti e servizi.

La vendita su eBay è una delle opzioni più convenienti per chi vuole iniziare a vendere online.

Ecco, dunque, una guida completa alla vendita su eBay: dalla scelta dell’account al pricing fino alla logistica.

Cosa devi fare prima di aprire un account eBay?

Prima di aprire un account e cominciare a vendere su eBay, devi valutare se sei pronto per farlo.

Innanzitutto, dovrai pensare a come organizzerai le spedizioni e all’immagine che proporrai al mercato.

Inoltre, dovrai decidere se utilizzerai il metodo di vendita “Prezzo fisso” o “Asta”, “Asta Compralo Subito”.

Se hai già avuto esperienze nel settore della vendita online, sappi che puoi aprire un nuovo account con un’azienda già consolidata (ad esempio Amazon o Etsy) oppure creare un account personale su eBay. Quest’ultimo è il metodo più semplice e veloce, ma ti consigliamo di optare per Amazon o Etsy, se non hai esperienza nel settore.

Quando hai deciso di aprire un account su eBay, devi scegliere la categoria più adatta al tuo prodotto: se vendi accessori per smartphone, per esempio, meglio inserire il tuo profilo nella categoria “Telefonia”.

Quindi è necessario creare un’immagine attraente che rispecchi i contenuti del tuo negozio. Se non sei sicuro di cosa fare e come evitare gli errori più comuni, puoi inizialmente affidarti a una società esperta che ti aiuti a creare un profilo in regola e attrarre clienti.

Una volta che il tuo negozio è online, devi promuoverlo!

Il primo passo è creare una pagina Facebook dedicata al tuo business: fai in modo che sia sempre aggiornata e attiva, perché sarà quest’ultima a darvi visibilità nell’ambito del social network.

Poi devi mettere in opera tutte le strategie di marketing possibili per far conoscere la tua società e i tuoi prodotti: .

Il “mercato online originale” pullula di acquirenti di ogni categoria: eBay stima che circa 250 milioni di ricerche  avvengano al giorno  sulla loro piattaforma. 

Ma distinguerti su eBay è difficile se  vendi prodotti ad alto volume o di tendenza che tutti vogliono. (Alcune delle categorie più popolari includono elettronica, moda/accessori per uomo e donna e oggetti da collezione.)

Quindi, come attirare più di quel prezioso traffico di cui sopra per le tue inserzioni quando così tante aziende stanno affollando il mercato di eBay?

EBay offre due modi principali per pubblicizzare i tuoi prodotti sulla sua piattaforma:

  1. Annunci Promossi

Per dirla semplicemente, le inserzioni promosse sono un tipo di pubblicità eBay che spinge i tuoi prodotti in cima ai risultati di ricerca di eBay (proprio come il modo in cui funzionano gli annunci Google).

2. Pubblicità di grandi marchi.

I marchi con grandi budget di marketing utilizzano anche le soluzioni di branding di eBay per ottimizzare le loro inserzioni. Ha un aspetto diverso dalle inserzioni promosse perché è più approfondito e personalizzato.

eBay ha alcuni case study in primo piano  per annunci pubblicitari di grandi marchi in modo che tu possa avere un’idea di cosa comporta questo servizio ad alto costo. In particolare, leggi come questo importante marchio di abbigliamento e accessori ha  stretto una partnership con eBay.

1. Quali sono i tipi di prodotti che puoi promuovere con la pubblicità eBay?

eBay ti suggerisce di promuovere prodotti che rientrano in queste categorie:

  • I più venduti.
  • Venditori moderati.
  • Articoli stagionali.
  • Nuovi annunci.

Non puoi  promuovere articoli in queste categorie, mai:

  • Veicoli.
  • Immobiliare.
  • Viaggiare.
  • La categoria “tutto il resto”.

Inoltre, eBay ti consente solo di promuovere inserzioni a prezzo fisso , non all’asta o all’asta Compralo subito. (Tuttavia, non preoccuparti troppo di scegliere le inserzioni giuste. Mentre le imposti, eBay ti consiglierà automaticamente quali inserzioni dovresti promuovere.)

 

Nel momento in cui avrai ben chiaro se vale la pena promuovere i tuoi annunci (ti consigliamo di controllare il numero delle pagine per la ricerca del prodotto che vuoi vendere, più è alto più quel prodotto è già venduto e più difficile sarà emergere), preparati a vendere.

Cosa devi preparare per una vendita efficace su Ebay?

Il prezzo su eBay è importante e poter abbattere i costi di spedizione è una opzione essenziale al fine di crescere e di battere la concorrenza. Come poter gestire meglio quindi l’aspetto del post vendita e della vendita?

Se sei alle prime armi il suggerimento che ti diamo è di richiedere il supporto e la consulenza di un team esperto come quello di Save al fine di risparmiare sui costi di gestione logistici del tuo account Ebay ed avere un buon margine di guadagno sul tuo prodotto.

 

Condividi:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
La soluzione al tuo E-commerce

Articoli correlati

Spedizioni ecologiche
blog

Spedizioni Ecologiche: come fare?

Da oggi le spedizioni ecologiche entrano di diritto nelle priorità delle cose da iniziare a programmare nel 2023.   Da più di 100 anni, l’industria dell’imballaggio lavora duramente per garantire

Leggi di più »